Last Breyt
ENG

THE BRAT BRITISH

NORTON COMMANDO 850 TRACKER

by Federal Moto • Edmonton • Canada

I ragazzi di Federal Moto sono Shaun Brandt, Randy Venhuis, e Justin Benson, i quali hanno fondato un nuovo garage a Edmonton (Alberta, Canada) costruendo esclusive moto custom e accessori funzionali. Lo scopo di Federal è semplice: creare motociclette e accessori ad esse dedicate, unici nel logo genere, ma sempre funzionali. Questi "monelli" fanno tutto (o quasi...) nel loro garage.

norton commando tracker

norton commando tracker

Ci sono dozzine di moto giapponesi anni '70 tra i campi coltivati nella campagna fuori dalla città di Edmonton, e tutti ne vogliono una. Le moto inglesi invece sono molto più difficili da trovare, di conseguenza risultano più costose e faticose da elaborare. Quelle che si vedono in giro, sono ripristinate allo stato originale; vi è un certo timore e responsabilità a modificare il raro. Ma lo status quo non ispira progresso. Questo è precisamente il motivo per cui i ragazzi di Federal Moto hanno voluto iniziare con una signora inglese. Anzi... con la Signora!

La Norton Commando 850 classe 1974 è stata riesumata in una fattoria di Rimbey, Alberta. Si avviava a stento e aveva un atteggiamento alquanto scontroso. I ragazzi hanno voluto creare una tracker fruibile in città, ma adatta anche per un giretto attraverso le montagne rocciose, fino alla costa. Unica condizione: mantenere l'anima e il design classico che Norton aveva costruito 40 anni prima. Con l'immaginosa speranza che i dipendenti della Norton Motorcycles di allora avrebbero fatto baruffa tra loro per poter farci un giro sui viali della fabbrica.

norton commando tracker

telaio norton commando

Il lavoro più impegnativo è stato modificare il telaio inclinato verso la parte bassa della coda. La Norton Commando aveva il tubo centrale molto spesso, particolare che ha reso davvero difficoltoso la sua modifica, necessaria per ottenere la linea perfetta desiderata, dal faro anteriore a quello posteriore. Questo step ha richiesto un vero e proprio lavoro di ingegneria.
Il cambiamento ha consentito anche di spostare più indietro le ruote, su cui sono state montati pneumatici Coker Diamond Tread, che rievocano in pieno l'epoca in cui è nata la moto.

Una volta ottenuta la forma e l'altezza della moto, i ragazzi hanno cominciato eliminando ogni pezzo superfluo, ciò ha incluso l'eliminazione di coperchi e linguette, dei supporti del serbatoio dell'olio e del parafango, del cavalletto centrale, del contenitore della batteria, delle pedane posteriori, e del copricatena; insomma il "classico" togli togli, un passo obbligato per chi prepara questo genere di moto, che ha garantito non solo una linea più filante, ma anche quasi 14 chili di peso in meno.

collettori norton commando

freno anteriore norton commando 850

Il motore, esclusa l'accessione elettronica, è interamente originale, è stato completamente revisionato e messo a punto. Adesso, ha più compressione di un tritarifiuti industriale!
Tutti i componenti originali salvabili sono stati levigati e lucidati, per essere ripristinati allo stato originale. Mentre le parti Norton che andavano necessariamente sostituite, sono state ottenute grazie al guru britannico John Oland. La realizzazione di questa Norton tracker non sarebbe stata possibile senza l'ineguagliabile disponibilità di John nel condividere la sua conoscenza ed esperienza. Quel tipo è una leggenda.

I ragazzi hanno mantenuto il freno posteriore a tamburo, e sostituito quello anteriore con un moderno Tokico a due pistoni abbinato ad un disco Katana 750, per garantire una frenata sicura. Hanno inoltre lavorato su una nuova staffa destinata alle forche, d'obbligo per montare il nuovo gruppo freno.

manubrio norton commando

sella norton commando

I componenti elettrici comprendono: un rinnovato cablaggio collegato alla nuova batteria a quattro celle nascosta sotto la sella; faro anteriore nero, sostanzialmente abbassato per mantenere la nuova linea, su cui è stato installato un interruttore on/off in modo che la batteria a quattro celle avesse abbastanza energia per avviare la moto; luce posteriore e indicatori direzionali bullet; e una versione mini del tachimetro Smiths, impiegato su molte moto inglesi d'epoca.

Sul manubrio, derivato da una BSA, sono stati installati due pulsanti da 12 millimetri quasi invisibili, una soluzione estremamente raffinata! Così come le manopole Tommaselli stile anni '70, realizzate in gomma naturale, ordinate direttamente dalla fabbrica in Italia.
Italiana è anche la pelle a due tonalità impiegata per la sella, progettata dai ragazzi di Federal Moto e cucita alla perfezione da un tappezziere locale.

faretto posteriore norton commando

sella in pelle norton commando

Inglesissimi sono invece i parafanghi di una Triumph anni '50, recuperati da un rottamaio, snelliti al massimo, modellati e riverniciati di colore nero opaco. Mentre i collettori arrivano da una Norton Commando SS del 1971, come accaduto ai parafanghi sono stati modificati, e infine abbinati a un bel paio di scarichi cono controcono da 17", perché questa Commando tracker non può non avere un brat-sound!

Le prossime esclusive macchine by Federal Moto saranno una Honda CB 360 Surf Tracker del 1974 e una BMW R75 Cafè Racer del 1971. Non perderti le nuove bellezze in arrivo, stay tuned!

 
 
 

Curata. Raffinata. Bella. Brat!

norton commando 850 tracker

norton commando 850 tracker

Copyright © 2014-2017 Last Breyt All rights reserved
The Last Breyt writing, the Last Breyt skull, and the contents produced by Last Breyt are protected by Italian and international trademark and copyright.
La scritta Last Breyt, il teschio Last Breyt e i contenuti prodotti da Last Breyt sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali a tutela del diritto d'autore.