Last Breyt
ENG

GUZZINO DA RECORD

by Enrico Guanziroli • Cantù • Italia

Enrico Guanziroli è un'esperto e stimato restauratore di carrozze, il quale ha riportato alla luce numerosi legni da diverse parti d'Europa. Tra una carrozza e l'altra trova spazio per la sua passione: Moto Guzzi!
Affascinato dai Guzzino e dagli Zigolo da record, che ronzavano sui rettilinei degli anni '50, Enrico ha pensato bene di realizzare la propria special. Scovato un vecchio Moto Guzzi Cardellino ha dato il via ai lavori!

Guzzino da record

Carene in alluminio

Articolo su Cafe Racer Italia

Essendo il Cardellino dotato di un piccolo 65 cc monocilindrico, Enrico ha deciso di dargli maggiore grinta montando il motore di uno Zigolo, da 110 cc, che abbinato al peso contenuto del Cardellino avrebbe permesso alla moto di aleggiare a quella che ai tempi era da considerarsi una velocità di tutto rispetto: i folli 100 km/h!
Per essere "da record" non sarebbe bastato solo potenziare il motore, occorreva anche lavorare su aereodinamica e ciclistica.

Motore Zigolo

Serbatoio Guzzino

Del cardellino sono stati riutilizzati la forcella, il serbatoio e la parte superiore del telaio. Mentre lo Zigolo ha donato il motore e il telaio che lo alloggia, il forcellone, e il manubrio piegato, per essere più stretto e aereodinamico.
La ruota anteriore è da 26", come quella che montava il Guzzino 65, è stata modificata accoppiando due mozzi per realizzare il doppio freno a tamburo, necessario ad arrestare questo missile! La posteriore da 18" apparteneva invece a una "sixties" inglese non meglio identificata. E il freno posteriore? Non serve, e in più pesa! Unendo i due telai sono stati installati due ammortizzatori posizionati come sulle Kramer 250 usate nelle gare da regolarità negli anni '80, un piccolo salto nel futuro...!

Doppio freno Guzzino

Ammortizzatori Guzzino

Il manubrio è stato sfilato dalle piastre di sterzo, quindi abbassato, e la pedana con le leve del cambio spostata sul telaio posteriore, vicino alla ruota, il pilota doveva essere sdraiato per migliorare l'aereodinamica; proprio per questo la sella è stata ampliata al massimo.

Guzzino da record

Pedane arretrate Guzzino

Le carene laterali in alluminio hanno permesso di migliorare il cx facendo guadagnare ulteriori km/h. Le ruote sono quindi state rivestite, e non poteva mancare il cupolino, disegnato al momento, un vero e proprio pezzo custom.
Adesso non resta che metterla in pista e... stabilire il record!

Carene in alluminio

Cupolino in alluminio

 
 
 

Come piace a noi...

Guzzino record

Guzzino Cafè Racer

Guzzino Cafè Racer

Cupolino in alluminio

Guzzino modificato

Cupolino Guzzino

Guzzino BratStyle

Copyright © 2014-2017 Last Breyt All rights reserved
The Last Breyt writing, the Last Breyt skull, and the contents produced by Last Breyt are protected by Italian and international trademark and copyright.
La scritta Last Breyt, il teschio Last Breyt e i contenuti prodotti da Last Breyt sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali a tutela del diritto d'autore.